Utile saperlo

Normativa Industria 4.0

Written by Stefano Lissa

Riferimenti ai vari documenti rilevanti per gli incentivi industria 4.0.

Quello che vi proponiamo qui è una sorta di raccolta cronologia delle varie leggi, circolari e documenti in genere che intervengono in merito agli incentivi industria 4.0 (o anche impresa 4.0 o anche transizione 4.0).

Non ci sono sicuramente tutti e spesso è necessario fare riferimento anche ad altre norme che sono citate negli stessi documenti.

Leggi di bilancio

Legge di bilancio 2017 – n. 232 – 11 dicembre 2016

  • comma 8
    • super ammortamento al 40% 
    • dal 1/1/2017 al 31/12/2017 o al 30/6/2018 con acconto
  • comma 9
    • iper ammortamento al 150% per beni dell’allegato A 
    • dal 1/1/2017 al 31/12/2017 o al 31/12/2018 con acconto*
  • comma 10
    • iper ammortamento software al 40% per beni dell’allegato B
    • dal 1/1/2017 al 31/12/2017 o al 31/12/2018 con acconto*
  • comma 11
    • dichiarazione o perizia giurata (> 500.000 euro) 
  • comma 12
    • acconti sulle imposte
  • comma 13
    • limite coefficiente di ammortamento e studi di settore
  • Allegato A – elenco dei beni materiali 4.0
  • Allegato B – elenco dei beni immateriali 4.0

Legge di bilancio 2018 – n. 205 – 27 dicembre 2017

Questa legge mantiene tutto simile.

  • comma 29
    • super ammortamento al 30% 
    • dal 1/1/2018 al 31/12/2018 o al 30/6/2019 con acconto
  • comma 30
    • iper ammortamento al 150% per beni dell’allegato A
    • dal 1/1/2018 al 31/12/2018 o al 31/12/2019 con acconto
  • comma 31: 
    • iper ammortamento al 40% per beni dell’allegato B
    • dal 1/1/2018 al 31/12/2018 o al 31/12/2019 con acconto
  • comma 32 
    • aggiunte 3 voci all’allegato B
  • comma 33 
    • perizia giurata
  • comma 34 
    • limite coefficiente di ammortamento e studi di settore
  • comma 35 
    • cessione del bene incentivato e sostituzione con altro bene
  • comma 36
    • massimo recupero di quote con bene sostitutivo

Legge di bilancio 2019 – n. 145 – 30 dicembre 2018

Questa legge introduce gli scaglioni, toglie il super ammortamento che poi viene reintrodotto in aprile.

  • comma 60
    • iper ammortamento beni allegato A 
    • dal 1/1/2019 al 31/12/2019 o al 31/12/2020 con acconto
  • comma 61
    • scaglioni: 170%, 100%, 50%
  • comma 62
    • iper ammortamento al 40% beni allegato B 
    • dal 1/1/2019 al 31/12/2019 o al 31/12/2020 con acconto
  • comma 63
    • perizia giurata
  • comma 64
    • acconti sulle imposte

Legge di bilancio 2020 – n. 160 – 27 dicembre 2019

Prima legge con credito di imposta. Per chiarezza chiamiamo “credito di imposta ordinario” quello che era il super ammortamento e “credito di imposta 4.0” quello che era l’iper ammortamento.

  • comma 184
    • introduzione generale
  • comma 185 
    • istituzione credito d’imposta ordinario 
    • dal 1/1/2020 al 31/12/2020 o al 30/6/2021 con acconto
  • comma 186
    • beneficiari
    • rispetto delle norme sulla sicurezza e previdenza sociale
  • comma 187
    • indicazione dei beni per credito d’imposta ordinario con aggiunta dei beni immateriali allegato B
  • comma 188
    • credito d’imposta ordinario al 6%
  • comma 189
    • credito di imposta 4.0 per allegato A (40%, 20%)
  • comma 190
    • credito di imposta 4.0 per allegato B (15%)
    • inclusione delle soluzioni “in cloud” (che si chiamano SaaS…)
  • comma 191
    • distribuzione temporale delle quote
    • comunicazione al MISE
  • comma 192
    • […]
  • comma 193
    • cessione o spostamento del bene all’estero
    • investimenti sostitutivi
  • comma 194
    • credito d’imposta ordinario valevole per arti e professioni
  • comma 195
    • dicitura con riferimento alla normativa nelle fatture (attenzione: sia per credito di imposta ordinario che 4.0)
    • perizia semplice (> 300.000)
  • comma 196
    • esclusione dell’applicazione per investimenti (ordinari e 4.0) che rientrano nella norma precedente

E’ stato esplicitato che un investimento compatibile con le regole delle legge di bilancio 2019 resta vincolato a quella legge anche se le due sono ovviamente sovrapposte. 

Per leggi precedenti, esiste una circolare dell’Agenzie delle Entrate che, in modo non proprio chiarissimo, dice la stessa cosa e risolve il problema di sovrapposizione tra il 2018 ed il 2019. Il 2019, infatti, aveva un incentivo molto più forte (170%) e quindi valeva la pena (in diversi casi) collegare l’investimento al 2019 anche se si era dato un acconto nel 2019.

Legge di bilancio 2021 – n. 178 – 30 dicembre 2020

Legge con arco temporale di due anni. La coda a fine del secondo anni è di 6 mesi, non più di 12.

Per chiarezza chiamiamo “credito di imposta ordinario” quello che era il super ammortamento e “credito di imposta 4.0” quello che era l’iper ammortamento.

  • comma 1051
    • definizione del periodo temporale di due anni
    • dal 16/11/2020 al 31/12/2022 o al 30/6/2023 con acconto (attenzione che è giugno questa volta)
  • comma 1052: 
    • beneficiari
    • rispetto delle norme sulla sicurezza e previdenza sociale
  • comma 1053
    • beni inclusi ed esclusi dal credito di imposta ordinario
    • anche gli immateriali strumentali all’esercizio di impresa e non  solo quelli dell’allegato B
  • comma 1054
    • credito d’imposta ordinario 10% (15% per lavoro agile) 
    • dal 16/11/2020 al 31/12/2021 o al 30/6/2022 con acconto
  • comma 1055
    • credito d’imposta ordinario 6% 
    • dal 1/1/2022 al 31/12/2022 o al 30/6/2023 con acconto
    • attenzione: non c’è più la maggiorazione per il lavoro agile
  • comma 1056
    • credito di imposta 4.0 per allegato A primo anno 
    • (50%, 30%, 20%, 0%) 
    • dal 16/11/2020 al 31/12/2021 o al 30/6/2022 con acconto
  • comma 1057
    • credito di imposta 4.0 per allegato A secondo anno
    • scaglioni 40%, 20%, 10%, 0% 
    • dal 1/1/2022 al 31/12/2022 o al 30/6/2023 con acconto
  • comma 1058
    • credito di imposta 4.0 20% per beni dell’allegato B 
    • dal 16/11/2020 al 31/12/2022 o al 30/6/2023 con acconto
    • attenzione: tutti e due gli anni
  • comma 1059
    • decorrenze
    • comunicazione al MISE
  • comma 1060
    • cessione ed investimenti sostitutivi
  • comma 1061
    • credito d’imposta ordinario per arti e professioni
  • comma 1062
    • dicitura in riferimento alla normativa nelle fatture (attenzione: sia per credito di imposta ordinario che 4.0)
    • perizia asseverata (> 300.000)

Si sono dimenticati di indicare se un investimento che rientra nella legge di bilancio 2020 a causa di un acconto (in questo caso dato prima del 16/11/2020) sia o meno vincolato a quella legge, per “derivazione” probabilmente sì.

Per i beni immateriali il periodo è di 2 anni, ma non hanno indicato se il massimale si applica per anno o sul biennio.

Circolari

Circolare 4/E del 30 marzo 2017
E’ la circolare di riferimento con spiegazioni ed interpretazioni sia fiscali che tecniche.

Risoluzione 152/E del 15 dicembre 2017
Chiarisce alcuni aspetti delle opere murarie, degli accessori e del fatto che la perizia non è un costo agevolabile.

Circolare MISE 547750 del 15 dicembre 2017
Indicazioni sulla perizie e esempi: allegato 1, allegato 2, allegato 3.

Risoluzione 27/E del 9 aprile 2018
Chiarimenti sui tempi di acquisizione della perizia

Circolare MISE 177355 del 23 maggio 2018
Contiene moltissimi chiarimenti ed interpretazioni: impianti di servizio, distributori automatici, interconnessione ed integrazione, …

Circolare MISE 295485 del 1 agosto 2018
Introduce il concetto di macchine semplici che non possono ricevere istruzioni.

Circolare MISE 48610 del 1 marzo 2019
Quella che viene chiamata la circolare Sanità 4.0.

Circolare 8/E del 10 aprile 2019
Al punto 2.3 si chiariscono diversi aspetti formali, in particolare è dove si stabilisce che un acconto blocca l’incentivo all’anno in cui è stato versato anche se l’investimento avviene entro l’anno successivo, con presenza di altra agevolazione.

Risposte dell’agenzia delle entrate

Risposta 408 del 10 ottobre 2019
Costi della scaffalatura per i magazzini automatizzati.

Risposta 14 del 24 gennaio 2020
Beni dati a noleggio a clienti che li utilizzano fuori dal territorio nazionale.

Risposta 542 del 12 novembre 2020
Tratta dei mezzi della nettezza urbana, per i quali si conclude che solo la parte di macchina possa essere incentivata.

Risposta 75 del 2 febbraio 2021
Sugli impianti fotovoltaici.

Risposta 189 del 17 marzo 2021
Tratta delle betoniere e di altri mezzi speciali dove si conclude che solo la parte di macchina (la betoniera) può essere incentivata.

Risposta 259 del 19 aprile 2021
Tratta l’utilizzo di beni in cantieri esteri ma sempre da parte dell’azienda che li ha acquisiti in quanto lavora per lo più fuori dal territorio nazionale.

Risposta 286 del 23 aprile 2021
Tratta dell’incentivazione di casseforti automatiche (tipiche della grande distribuzione)

About the author

Stefano Lissa

Leave a Comment